Associazione Guide e Scouts San Benedetto
Pensiero di oggi: Guida da te la tua canoa (BP)   

categ2

LEGGI ANCHE

Nessun articolo correlato



Gruppo Palermo 1° Stampa E-mail
(14 voti, media 5.00 di 5)
Categoria: ARTICOLI - GIOCARE il GIOCO
Inserito 03 Marzo 2015

"La nostra santità è l'eroismo delle virtù che sono specificamente nostre... e dunque, soprattutto, la perfezione dello spirito scout, raggiunto e realizzato grazie ai mezzi specificamente scout... Lo spirito scout è prima di tutto uno spirito di VERITÀ. Verità nelle parole, sincerità negli atti e i sentimenti. Semplicità, "naturale" insomma: si è quello che si è. Essere, non sembrare. Orrore del contenuto appena il contenuto non somiglia più al contenitore, e disprezzo di "ciò che si fa", quando la sola ragione che le si da è "quello che si fa". Lo spirito scout è in seguito uno spirito di SLANCIO e di SPONTANEITA'. Dove manca questa spontaneità, non c'è nè scautismo nè spirito scout. Gli slanci spontanei sono segni di gioventù dell'anima e della libertà di cuore; non li si incontrano più nei vecchi o nei "posteggiati". Ma, uno scout è per definizione un ragazzo che si muove e che ha giurato di non invecchiare mai. Aggiungiamo ancora: spirito di SFORZO; sforzo che sarà potente, se necessario, fino al rischio volontariamente corso. 

Si ricerca ciò che è difficile, secondo massima favorita del vecchio lupo. La linea di "forte discesa", come dicono i cartografi, non è la nostra strada... Ultima cosa infine: è uno spirito del DONO di SÉ. Dono di sé agli altri, a tutti gli altri, ed in tutti gli istanti.  Non soltanto lo Scout è sempre in servizio, ma egli è sempre, si potrebbe dire, in STATO D' OFFERTA..." 

Pour penser scoutement, Spes, Paris, 1934. di Jacques Sevin

 

---------------------- 

La notizia per molti non sarà eclatante ma per noi è un evento speciale che porteremo sempre nel nostro cuore. Spronati dalle parole, dall’esempio della strada tracciata dallo Spirito scout “secondo” Sevin, già da molti anni, all’interno della nostra comunità capi, abbiamo assaporato la conoscenza di questo Grande Uomo e quest’anno, decisione non nata per caso e nemmeno all’improvviso in occasione del centenario dell’ordinazione sacerdotale, abbiamo deciso di dedicare il nostro  gruppo a lui al nostro (si!! lo sentiamo nostro) Padre Jacques Sevin S.J.  (Lille,  7 Dicembre 1882 Boran-sur-Oise, 19 luglio 1951) sacerdote, scout e oggi Venerabile.

Per certi versi è come se lo conoscessimo da sempre, da quando abbiamo iniziato a mettere l’uniforme, da quando la prima volta da esploratori o guide ci siamo riuniti attorno al fuoco, o quando abbiamo pronunciato la nostra promessa scout. I canti “Signor fra le tende schierati” e “Il canto della Promessa”, tanto per citarne qualcuno, hanno fatto da cornice a questi momenti importanti e indimenticabili.

Uno dei primi passaggi definitivi è stato quello di metterci in contatto con la Congregazione delle Suore della Santa Croce di Gerusalemme (istituto di cui Sevin è fondatore)  informando la madre superiora della nostra decisione. Abbiamo loro inviato anche il nostro fazzolettone e in cambio abbiamo ricevuto tante preghiere e la loro benedizione dandoci il compito di diffondere il nome e la conoscenza del Venerabile Padre Jacques Sevin il più possibile.

Infine, domenica  7 dicembre,  anniversario del giorno della sua nascita, il gruppo ha partecipato alla S. Messa alla cui fine il parroco, padre Jarek, ha benedetto i nuovi distintivi di gruppo. Dopo ci siamo recati nella nostra sede e in quadrato, fatta l’issa bandiera in presenza del nostro Commissario Generale, abbiamo consegnato a tutti i componenti del gruppo i nuovi distintivi di gruppo. La solenne cerimonia è stata conclusa con la preghiera di beatificazione di Padre Jacques Sevin e la consacrazione all’Immacolata.

Tutti quanti, dopo aver partecipato ad un momento conviviale, hanno effettuato un gioco in città che li ha portati ad affrontare una serie di prove imperniate sulla vita del Venerabile Padre Jacques Sevin.

In questa occasione siamo stati onorati, oltre a quella del Commissario Generale, della presenza  di Enzo Ferotti, fondatore del gruppo, di Roberto Marvuglia,  di Vincenzo Neto, di Fabio Ammirata, di Mimmo Pitarresi,  di Gianmarco Talluto, di Cristian Guzzetta, ai quali va un nostro affettuoso e sentito ringraziamento.

012101

 

info-i rot2

Associazione Guide e Scouts San Benedetto - Cammino 76/79 - Autore: Tony Seidita 

 

Controllo Cookies - Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza degli utenti: continuando a navigare sul sito accetti questo utilizzo. Se vuoi saperne di piu' sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi la nostra informativa estesa: privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito

Cookies informazioni