Associazione Guide e Scouts San Benedetto
Pensiero di oggi: E ricordate che essere buoni è qualche cosa, ma che fare il bene è molto di più (BP)   

TIENI D'OCCHIO...

DICCI COME LA PENSI

Ogni quanto fai uscita o pernottamento con la tua unità?

Almeno ogni due settimane - 8.3%
Mediamente ogni tre settimane - 20.8%
Soltanto una volta al mese - 50%
Massimo tre o quattro volte all'anno - 12.5%
Unicamente campi invernale ed estivo - 8.3%

Voti Totali: 24
Il sondaggio è finito il: 08 Gen 2017


linbar

CONSACRATI A MARIA Stampa E-mail
Ultimo aggiornamento 21 Ottobre 2012

Scriveva San Luigi Grignion da Montfort sul rapporto di Maria con il Padre: "Maria ebbe (durante la sua vita) delle così grandi crescite nella grazia e nella sapienza di Dio, una fedeltà così perfetta al suo amore, da strappare l’ammirazione... a Dio stesso. La sua umiltà profonda fino all’abbassamento totale lo affascinò, la sua purezza tutta divina lo attirò, la sua fede viva e le sue preghiere frequenti e amorose lo forzarono. La Sapienza è amorosamente vinta da così amorose ricerche... 
Oh, quale fu l’amore di Maria che ha vinto l’Onnipotente!
"

 

(cfr. Amore Eterna Sapienza 107).

 

 

 

 

 

CONSACRATI A MARIA IMMACOLATA


Con l’atto di consacrazione del’9 dicembre 1990, abbiamo voluto porre la nostra associazione sotto il manto di Maria Immacolata, vero modello di santità e perfezione.
La devozione a Maria deve indurci ogni giorno di più a conoscere, amare e servire sempre meglio Gesù. San Luigi Maria Grignon da Montfort, sottolinea come sarà proprio la perfetta devozione alla Madonna, ovvero la Consacrazione a Lei, a farci raggiungere la più completa somiglianza a Gesù.

Per spiegare questa realtà, San Luigi adopera l’esempio di uno scultore che deve produrre una statua in base ad un modello che vuole ricopiare. Il modello è Gesù e noi siamo quella statua che deve assumere la più perfetta somiglianza con l’originale. Per fare una statua vi sono due modi differenti di procedere. Si può usare il martello e lo scalpello lavorando su una pietra grezza. In questo caso il lavoro è molto lungo e difficile. Basta un colpo sbagliato e l’opera è rovinata. 
Vi è un secondo modo, molto più facile e rapido. Si tratta solo di avere uno stampo. Avendolo, basta gettarvi dentro del metallo fuso, per avere lo stesso lavoro nel modo più rapido e facile. Se lo stampo è perfetto, la statua che ne risulterà sarà perfetta. Ebbene, voler scolpire la statua a colpi di martello e di scalpello è come voler raggiungere la conformità a Gesù Cristo senza la devozione alla Madonna: il lavoro è lungo e doloroso. Se invece si utilizza lo “stampo” ciò equivale a raggiungere la perfetta cristificazione per mezzo della Consacrazione mariana. 

San Luigi afferma che la Madonna è la forma Dei: “Chi si getta in questa forma divina è ben presto formato e modellato in Gesù Cristo [...] con poca spesa e in breve tempo egli diviene dio, perché egli è gettato nella stessa forma dalla quale uscì formato un Dio” (VD 219). 
La grande differenza tra i due modi di procedere è che nel primo caso, quello del martello e dello scalpello, siamo noi ad agire e a lavorare su noi stessi e sugli altri per ottenere una certa somiglianza con Gesù; mentre nel secondo caso è la Madonna stessa che agisce in noi e ci modella, rendendoci perfetta immagine di suo Figlio. 
Quante macchie, quanti difetti, quante oscurità, quante illusioni, quanto di troppo naturale e di umano c’è nella prima, e quanto la seconda è pura, divina, simile a Gesù Cristo!

Dio stesso ha scelta Maria per tesoriera, economa e dispensatrice di tutte le Grazie e doni, in modo che passino per le mani di Lei, e come dice San Bernardino “Ella dà a chi vuole, come vuole, quando vuole e nella misura che vuole, le grazie dell’Eterno Padre, le virtù di Gesù Cristo e i doni dello Spirito Santo”.
Chi dunque vuole essere membro vivo del Corpo Mistico di Gesù Cristo, come noi scouts San Benedetto, deve formarsi alla scuola di Maria. Quindi, trovata Maria per mezzo di una vera devozione, scoprirà che, pur non essendo libero da croci e difficoltà, Ella ci ottiene la Grazia di portarle con pazienza e perfino con gioia; in modo che le croci che Ella dà a quanti le appartengono sono croci “candite” anziché croci amare. 

Fin dalla sua nascita l’associazione Guide e Scouts San Benedetto ha svolto la sua missione evangelizzatrice nella continua tensione all’imitazione della nostra Madre Vergine Immacolata e in vista del trionfo del Suo cuore Immacolato. Ma dove avviene questo trionfo se non nei nostri cuori? Cosa desidera conquistare Maria SS. se non l’anima di quei giovani che sono tanto sfibrati e corrotti dall’odierno relativismo religioso, etico e sociale? Quale luogo desidera conquistare se non il tempio santo dell’anima di ogni uomo e donna di buona Volontà ? Quale tempo desidera condividere con noi se non quello della nostra preziosa vita?
Per diventare santi, oggi, occorre una profonda e personale confidenza con Maria e il desiderio di condurre a Lei le anime che Dio ci ha affidato, per contribuire alla loro conquista della Felicità. Solo così avremo l’incrollabile certezza che Ella otterrà a ciascun membro del nostro Movimento le Grazie necessarie per realizzare la propria personale Vocazione e l’universale Missione dell’Associazione: portare Cristo a tutti, tramite il metodo educativo dello scautismo cattolico.

Le dodici stelle e l’azzurro della nostra orifiamma sono un segno tangibile della devozione profonda che ci lega a Lei. Maria si fa la strada nel cuore di tutti, basta permetterglielo.

 

Atto di consacrazione 
dell'Associazione Guide e Scouts San Benedetto 
al Cuore Immacolato di Maria

(da recitare la domenica che precede l'8 dicembre)

 

O Immacolata, Madre di Misericordia, Regina del Cielo e della Terra, rifugio dei peccatori e Madre nostra amorosissima, noi, indegni peccatori, ci consacriamo in modo specialissimo al tuo Cuore Immacolato e ci prostiamo ai tuoi piedi supplicandoti umilmente di volerci accettare completamente come cosa e proprietà tua.
Ci raccogliamo intorno a te per affidare alla tua premura materna l'Associazione Guide e Scouts San Benedetto, i gruppi, le singole unità, la comunità capi, tutto noi stessi, la Chiesa ed il mondo intero.
Con questo atto di consacrazione intendiamo vivere con Te e per mezzo di Te tutti gli impegni assunti con la nostra consacrazione battesimale; ci impegniamo altresì ad operare in noi quell'interiore conversione tanto richiesta dal Vangelo, che ci distacchi da ogni bene terreno e dai facili compromessi con lo spirito del mondo per essere, come Te, solo disponibili a fare sempre la Volontà del Padre.

Ti chiediamo di accompagnarci nel nostro cammino per vivere con fedeltà i Comandamenti, restare come te in ascolto della Parola, attingere forza dai sacramenti, collaborare con atti concreti all'annuncio del Vangelo e santificare così ogni giorno della nostra vita terrena.
Vogliamo, infine, offrirti il nostro impegno costante di preghiera e di azione e le nostre quotidiane sofferenze, perchè sotto la tua guida tutti gli uomini scoprano Cristo, unico Salvatore, ieri, oggi, e sempre.

 

Una voce: Concedici di lodarti, o Vergine santissima.
Tutti in coro: Dacci forza contro i tuoi nemici!

  
 

Controllo Cookies - Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza degli utenti: continuando a navigare sul sito accetti questo utilizzo. Se vuoi saperne di piu' sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi la nostra informativa estesa: privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito

Cookies informazioni