Torna alla HOME

  

  Introduzione

  La volta celeste

  L'astrolabio

 

 

L'ASTROLABIO

L'Astrolabio è uno strumento antico e molto usato da astronomi e astrologi fino alla metà del XVII secolo. Antenato dei moderni planisferi, esso consentiva la soluzione di numerosi e complessi problemi di calcolo delle posizioni degli astri, di calendario e di misurazione di angoli e distanze. 
I principi generali di costruzione erano stati descritti dagli studiosi greci intorno al primo secolo a.C., ma è con lo sviluppo dato dagli astronomi arabi intorno al 1000 d.C. che lo strumento acquista popolarità. Costruito generalmente in ottone, fra i 10 e i 20 cm di diametro, era molto spesso arricchito da decorazioni e disegni.

Realizzare tale strumento non è difficile, basta procurarsi un foglio di compensato, una piccola vite con dado e realizzare le fotocopie dei disegni 1 (su carta normale) e 2 (su carta lucida).

Disegno 1: Parte inferiore (clicca quì per vedere l'immagine)

Lungo il bordo riporta i dodici mesi suddivisi in giorni (a gruppi di cinque). Nella parte interna sono disegnate le costellazioni.

Disegno 2: Parte superiore (clicca quì per vedere l'immagine)

Sul bordo sono riportate le ore. La zona bianca rappresenta la parte di cielo visibile ad una certa data ed ora.

Descrizione

Dopo aver eseguito le fotocopie, ritagliate un cerchio di compensato del diametro uguale al disegno 1 ed incollate quest’ultimo sulla tavoletta appena ricavata. Forate il compensato in corrispondenza della stella polare (orsa minore) e il disegno 2 (fotocopiato su carta acetata) in corrispondenza della crocetta. A questo punto sovrapponete il foglio acetato (disegno 2) sulla tavoletta ed unite il tutto con una piccola vite (attraverso i fori in precedenza effettuati).

Come si usa

Supponiamo che vogliate fare un'osservazione nella notte del 31 dicembre alle ore 23. Individuate la data sulla parte 1 incollata sulla tavoletta. Fate ruotare la parte 2 (quella su carta acetata) fino a far coincidere l'orario con la data del 31 dicembre. La porzione di immagine che appare dalla zona trasparente dell'elemento 2 indica le costellazioni visibili nel cielo a quell'ora e in quel giorno.

Adesso rivolgetevi verso sud. Tenete l'astrolabio di fronte a voi e ruotatelo fino a portare la scritta nord verso il sud. Avendo cura di mantenere il fronte dello strumento rivolto sempre verso di voi, sollevate l'astrolabio fino a portarlo al di sopra della vostra testa e perpendicolare ad essa. Il disegno vi apparirà capovolto e con i quattro punti cardinali al posto giusto. Ciò che vedrete è esattamente ciò che si presenta nel cielo stellato in quel preciso momento ... nuvole permettendo.

 

Associazione Guide e Scouts San Benedetto